Celiachia a Lecco

Un problema che richiede scelte alimentari consapevoli

Di fronte a certi disagi occorre adeguare il proprio atteggiamento a tavola. Si pensi alla celiachia a Lecco, un disturbo, una vera e propria malattia che rimanda all’intestino tenue. Fa parte della famiglia delle patologie autoimmuni, ed è conseguenza della reazione alla gliadina e si verifica in alcune persone. Spesso ci si accorge di essere affetti da celiachia Lecco a causa di problemi gastrointestinali, come la diarrea cronica, crampi e il gonfiore addominale, ma il quadro dei sintomi è molto più ampio, e può comprendere dermatite erpetiforme, cefalee, stanchezza e ritardo nella crescita nei bambini. Alla base vi è l’intolleranza al glutine, con la conseguente necessità di rinunciare ai farinacei o di fare scelte alternative. È bene, dunque, che vi siano realtà come quella lecchese che si impegnano nella realizzazione e nella proposta di alimenti ad hoc. A seguire un elenco delle farine consentite:

  • riso
  • mais (granoturco)
  • grano saraceno
  • fecola di patate
  • miglio
  • amaranto
  • quinoa
  • teff
  • manioca/tapioca
  • soia
  • altri prodotti sostitutivi presenti nel Registro del Ministero della Salute